Porsche 906 #porsche #porsche906 #carrera #carrera6 #porschecarrera #porschecarrera6 #hillclimb #cronoscalata #trofeo #vallecamonica #trofeovallecamonica #italia #italy #2015 #19bozzy92

Porsche 906
#porsche #porsche906 #carrera #carrera6 #porschecarrera #porschecarrera6 #hillclimb #cronoscalata #trofeo #vallecamonica #trofeovallecamonica #italia #italy #2015 #19bozzy92
pubblicato da ste19bozzy92
post originale: http://ift.tt/1Ny6hvP

Stasera si testa l’impasto con aggiunta di farina di semi di canapa di Agricanapa Vallecamonica… ricca di acidi grassi omega 3 e omega 6, ad alto contenuto di proteine, fibre, potassio e calcio… #pizzcamì #innovazione #foodporn #foodgasm #foodies #instafood #foodlover #pizza #pizzalover #pizzagram #pizzamake #instapizza #impasto #dough #canapa #borno #vallecamonica #valledeisegni #brescia #altopianodelsole #camonicavalley

Stasera si testa l’impasto con aggiunta di farina di semi di canapa di Agricanapa Vallecamonica… ricca di acidi grassi omega 3 e omega 6, ad alto contenuto di proteine, fibre, potassio e calcio…
#pizzcamì #innovazione #foodporn #foodgasm #foodies #instafood #foodlover #pizza #pizzalover #pizzagram #pizzamake #instapizza #impasto #dough #canapa #borno #vallecamonica #valledeisegni #brescia #altopianodelsole #camonicavalley
pubblicato da pizzcami
post originale: http://ift.tt/1LyKaRt

@Regrann from @azienda_agricola_scraleca – . Vendemmia al #Lago Moro ~ grape harvest, Moro #Lake Podere Sraleca . #aziendagricolascraleca #vandemmiagriso2015 #lagomoro #vallecamonica #valledeisegni #vendemmia #grapeharvest #grape #harvest #wine #vino #ValledeiSegni #lagomoro #DarfoBoario #darfoboarioterme #volgobrescia #itineraribrescia #naturepassion #nature #wonderfulexpo2015 #natura #TagsForLikes #green #water

@Regrann from @azienda_agricola_scraleca – . Vendemmia al #Lago Moro ~ grape harvest, Moro #Lake
Podere Sraleca . #aziendagricolascraleca #vandemmiagriso2015 #lagomoro #vallecamonica #valledeisegni #vendemmia #grapeharvest #grape #harvest #wine #vino #ValledeiSegni #lagomoro #DarfoBoario #darfoboarioterme #volgobrescia #itineraribrescia #naturepassion #nature #wonderfulexpo2015 #natura #TagsForLikes #green #water
pubblicato da vallecamonica
post originale: http://ift.tt/1FgVYLj

INCIDENTE CON 3 FERITI SULLA 42


Sono stati momenti di paura per l’incidente più spettacolare che, fortunatamente, grave l’incidente stradale avvenuto questo martedì 16 settembre poco attorno alle 12.00 sulla statale 42 a circa 300 metri dall’uscita di Cividate Camuno: una Nissan Almera scura che procedeva verso sud alla cui guida c’era un 68enne si è scontrata frontalmente con una Volkswagen Polo bianca con due donne a bordo, una 58enne ed u a55enne. Forse l’uomo alla guida della Nissan ha avuto un colpo di sonno o forse si è sentito male ed ha invaso la corsia opposta. L’impatto è stato molto forte, anche se la donna alla guida della Polo ha tentato di evitarlo spostandosi totalmente alla sinistra della carreggiata. Immediatamente è scattato l’allarme al 112 che ha inviato sul posto le ambulanze di Camunia Soccorso di S. Maria Assunta di Pisogne con il supporto dell’Auotomedica da Esine, mentre l’equipaggio dell’Arnica che stava effettuando un trasporto sanitario ha sostato per qualche minuto per collaborare con i soccorsi. Nell’impatto sono esplosi gli air-bag delle due auto: i feriti dell’incidente sono risultati 3 in tutto: il 68enne è stato stabilizzato sulla barella spinale e quindi trasportato in codice giallo all’Ospedale di Esine; la 58enne è stata trattata in loco e quindi trasportata allo stesso Ospedale sempre in in codice giallo, così come la terza donna, che avrebbe riportato traumi più lievi, è stata trasferita a Esine in codice verde. I rilievi di legge sono stati effettuati dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile con al collaborazione di una pattuglia di Breno:  sul luogo sono giunti anche i Vigili del fuoco di Darfo per ripulire l’asfalto dagli oli combustibili e detriti dell’incidente e scollegare l’impianto elettrico delle auto incidentate. Il traffico è rimasto bloccato per circa un’ora in entrambi i sensi di marcia per permettere i rilievi di legge e la rimozione dei mezzi coinvolti.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1F2G1Zj

MECCANICO E SPACCIATORE


Ha tentato di evitare il posto di blocco, cambiando velocemente direzione, ma in questo modo ha insospettito ancora di più i militari che quindi lo hanno fermato e controllato. Come se il tentativo di fuga non fosse stato abbastanza sospetto, il conducente manifestava anche un evidente stato di nervosismo e agitazione. I carabinieri del nucelo operativo e radiomobile dalla compagnia di Breno, hanno perquisito la vettura, una Peugeot, inizialmente senza trovare nulla. Non si sono però lasciati scoraggiare e hanno deciso di portare l’auto in caserma a Breno, per smontarla: dopo circa un’ora di ricerca, in un vano segreto del cruscotto accessibile solo dalla zona motore, i militari hanno così trovato il motivo di tanto nervosismo: in una confezione sottovuoto, per sfuggire al fiuto dei cani antidroga, era nascosto un chilo e centro grammi di cocaina purissima del valore di circa 40 mila euro. La cocaina, una volta tagliata ed immessa sul mercato locale, avrebbe fruttato agli spacciatori, non meno di 100mila euro. L’uomo, un 31enne di nazionalità albanese, meccanico, incensurato e residente a Ferrara, è stato arrestato e portare nel carcere di Canton Mombello. Probabilmente si era recato in Valle Camonica per spacciare ai rivenditori, la droga ma a Berzo Inferiore, è incappato in un posto di blocco. La sua conoscenza delle macchine e la sua professione, gli aveva permesso di nascondere la droga accuratamente e sarebbe stato impossibile trovarla se non fosse stato per lo scrupolo e l’intuizione dei carabinieri.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1W3qXik

RICORSO IN APPELLO PER VICY VICKY


Benedetto Maria Bonomo, il legale difensore di Vicky Vicky, ha presentato ricorso in appello. L”indiano è responsabile di aver investito e ucciso nella notte dell’8 settembre 2013 a Chiuduno, la dottoressa 44enne di Trescore Eleonora Cantamessa e Kumar Baldev, l’indiano che la dottoressa stava soccorrendo, che era, ironia della sorte, proprio il fratello di Vicky Vivky.  Sui due sarebbe piombata l’auto impazzita guidata dall’indiano protagonista, insieme al fratello Kumar Baldev e ad altri connazionali, di una rissa violentissima iniziata a Casazza in un bar e continuata con inseguimenti in macchina fino a Chiuduno dove è finita nel sangue. Per questo l’indiano è stato condannato lo scorso 25 marzo a 23 anni di carcere. Contro questa condanna il suo avvocato ha però presentato ricorso. Secondo il legale Vicky Vivky non voleva investire suo fratello, che era a terra ferito probabilmente già mortalmente, e non voleva investire la donna che lo stava soccorrendo. Sarebbe tornato indietro a tutta velocità con la sua auto al contrario, per salvare il fratello che era appena stato aggredito e accoltellato a morte, ma nella confusione della rissa, sarebbe piombato a tutta velocità proprio sui due uccidendoli. In sintesi, secondo l’avvocato Bonomo, negli attimi concitati della rissa a Chiuduno avrebbe commesso un errore nella valutazione e nella reazione, scambiando il fratello e la dottoressa per gli aggressori. Avrebbe agito quindi, per legittima difesa e per questo, secondo la difesa, andrebbe assolto. La Corte d’Assise, assolvendolo dalla rissa, ha già riconosciuto che  Vicky subì un’aggressione. Secondo la Procura Generale invece la condanna in primo grado a 23 anni e 20 giorni per duplice omicidio, non sarebbe abbastanza severa.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1KgIdcv

APPROVATA LA NORMA ANTI ACCOGLIENZA


E’ continuata tutto il giorno la discussione, in consiglio regionale, dell’emendamento proposto dal centro destra, per introdurre nel progetto di riforma del sistema turistico lombardo, anche un emendamento per impedire agli albergatori che ospitano i profughi di partecipare ai bandi regionali in materia di turismo. Nel tardo pomeriggio di questo mercoledì si erano espressi contro Partito Democratico  Movimento 5 Stelle Patto Civico Ambrosoli, durante una discussione fiume iniziata questo martedì ma protrattasi nella giornata di mercoeldì per via dell’ostruzionismo delle opposizioni e anche in questa seconda seduta fiume gli interventi sono continuati incessantemente ritardando il voto segreto. L’emendamento trae origine dalla proposta della Lega Nord per disincentivare il business legato ai migranti, che prevedeva addirittura sanzioni da 5 mila a 10 mila e la sospensione dell’attività da 6 a 12 mesi. Il testo così come formulato dal Carroccio sembrava un po’ troppo severo però al resto del centro destra e alla fine il testo è stato riformulato con il benestare anche del partito di Alfano, il NCD. Nella sua riformulazione, la proposta prevede che in Lombardia le strutture ricettive e alberghiere che ospitano migranti possano venire penalizzate con l’esclusione dai bandi regionali in materia di turismo. In sostanza, se l’emendamento sarà approvato, saranno escluse dai benefici dei bandi regionali di settore le strutture ricettive il cui fatturato non sia "integralmente derivante dall’attività turistica" negli ultimi 3 anni. Dura l’opposizione del PD e del Movimento 5 Stelle che ricordano come “il progetto di legge dovrebbe puntare a migliorare le condizioni degli albergatori e non a discriminarli e ricattarli per questioni ideologiche.” Dal canto loro, le Associazioni di Categoria del settore alberghiero difendono la scelta degli albergatori di ospitare i profughi: “sfruttano una possibilità offerta dallo Stato. Non fanno carità poiché si tratta di affari”– chiariscono i rappresentanti di categoria – “ma nel loro agire danno un contributo alla risoluzione del problema.” Alla fine, l’emendamento è stato approvato con 41 si, 29 no e 0 astenuti.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1OYQFAp