LE PREOCCUPAZIONI AFFIDATE AD UNA LETTERA

“Spero proprio tanto che dopo aver lavorato e dopo che sto tuttora lavorando per uno Stato che si era fatto garante al posto dell’imprenditore privato, non ci si ritrovi Traditi / Ingannati proprio dal nostro stato, perché sarebbe veramente ……….( non trovo il termine adeguato )”. Con queste parole in una lettera aperta iinviata alla nostra redazione, Stefano Ducoli della ALFA So.Ge.Mi Srl di Esine, nel ringraziare il deputato camuno Davide Caparini e la deputata Marina Berlinghieri che stanno seguendo a Roma il caso, riassume la rabbia e il disorientamento, ma anche la speranza che accomuna in questi giorni i fornitori bresciani e bergamaschi di cui una trentina camuni, dell’Ilva commissariata.  “Voi come lo definireste”, scrive ancora Ducoli, un imprenditore che dopo che non paga i propri dipendenti o fornitori li minaccia anche di fargli passare i guai ?”

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1AJIEer

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...