#edolo #valcamonica #sunset #sunrise #sun #TagsForLikes #pretty #beautiful #red #orange #pink #sky #skyporn #cloudporn #nature #clouds #horizon #photooftheday #picoftheday #instagood #gorgeous #warm #view #night #silhouette #instasky #all_sunsets

#edolo #valcamonica #sunset #sunrise #sun #TagsForLikes #pretty #beautiful #red #orange #pink #sky #skyporn #cloudporn #nature #clouds #horizon #photooftheday #picoftheday #instagood #gorgeous #warm #view #night #silhouette #instasky #all_sunsets
pubblicato da fabio_cherubini
post originale: http://ift.tt/1GFuony

TRAGEDIA NEI BOSCHI DI LOZIO


Schiacciato da un grosso tronco d’albero che dopo essere caduto sui cavi dell’alta tensione è rimbalzato e lo ha colpito in pieno petto senza lasciargli scampo. E’ morto così poco dopo le 11.30 di questo sabato mattina Ugo Ballarini, 52enne di Lozio. L’uomo, dipendente del piccolo comune dell’altopiano del sole, sin dal mattino presto si era recato, insieme al padre e ad altri amici e familiari – in tutto sei uomini – in un podere di famiglia nella frazione di Sucinva. Dovevano far legna. Per buona parte della mattinata è andato tutto come doveva, poi improvvisamente, poco dopo le 11.30, mentre stava tagliando un grosso albero, Ugo Ballerini è stato colpito in pieno petto dal tronco di questi che dopo essere rimbalzato sui cavi dell’alta tensione gli è caduto addosso. I soccorsi sono scattati immediatamente, allertati dal padre di Ugo e dagli altri uomini che stavano lavorando con loro. Purtroppo, però, la corsa dei soccorritori di Camunia Soccorso e dell’auto medica, è stata inutile. Quando i sanitari sono arrivati in posto per Ugo non c’era più nulla da fare.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1ARffMk

NULLA DA FARE


L’uomo è praticamente morto sul colpo colpito al petto dal grosso tronco che non gli ha lasciato scampo. In poco tempo la notizia della sua tragica scomparsa ha fatto il giro del paese e molte persone sono arrivate sul luogo della tragedia, insieme ai carabinieri di Breno che ora dovranno anche ricostruire cosa sia accaduto in questa fredda mattina di dicembre. Ugo Ballarini, che il prossimo 31 dicembre avrebbe dovuto sposare la sua fidanzata di origini colombiane, era molto conosciuto e ben voluto in paese. Faceva lo stradino per il comune, ma anche l’autista dello scuolabus ed era sempre disponibile e pronto a dare una mano a chi ne aveva bisogno, regalava sorrisi e gentilezze anche ai bambini che ogni giorno accompagnava a scuola, era un grande lavoratore, insomma quelle persone che in un paese sono un punto di riferimento. Viveva a Laveno con i genitori, il padre, con lui nel bosco questo sabato mattina, ha assistito impotente all’infortunio che si è portato via il figlio. Ugo Ballarini lascia anche due sorelle, entrambe sposate. Il corpo, recuperato dal bosco è stato dapprima trasportato nel piccolo cimitero di Sucinva poi, espletate le pratiche di legge, il magistrato ha dato il nulla osta per il trasferimento nell’abitazione.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/16D3WOV

SGOMINATA BANDA RUMENA


Hanno messo a segno almeno 50 fra spaccate, furti e rapine. Ora otto rumeni sono finti in carcere per associazione a delinquere. L’operazione, che riguarda anche la province di Brescia e Bergamo, ma non solo, è scattata alle prime luci dell’alba di questo sabato
a conclusione di un’inchiesta coordinata dalla Procura di Monza. I carabinieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di otto componenti di una presunta associazione a delinquere: l’operazione denominata «Fiesta» ha interessato le province di Milano, Monza Brianza, Bergamo, Como e Brescia.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1ARfiHR

24 ANNI A FRANZINI


Nessuno sconto di pena per Antonio Franzini. I giudici hanno infatti deciso che il 30enne camuno deve stare in carcere per 24 anni. La conferma della condanna in primo grado è arrivata dopo solo un’ora e mezza di camera di consiglio durante il quale i giudici della Corte d’Assise d’appello di Brescia hanno ribadito la loro convinzione che ad uccidere nel giugno del 2012 a Mazzunno di Angolo Terme, Claudio Inversini, di 32 anni, è stato Antonio Franzini. Ha freddato quello che considerava il rivale in amore con un colpo di pistola alla testa nella notte fra il 12 e il 13 giugno del 2012 nella piazza del paese dopo una notte passata in compagnia di un amico Sergio Bianchini, inizialmente arrestato e poi scarcerato. L’amico infatti aveva accompagnato Franzini in diversi bar quella notte e alla fine lo accompagnò in piazza senza avere idea delle intenzioni criminali dell’amico fino a quando non lo ha visto con una pistola in pugno. Pistola dalla quale è partito quel colpo diretto a Claudio Inversini, che aveva avuto come sola colpa quella di diventare il nuovo fidanzato della ex di Franzini che non si era mai rassegnato e la cui ossessione e gelosia sarebbero sfociati secondo i giudici, in una lucida follia. Un rapporto quello fra Franzini e la ex che tra l’altro sembra che non fosse stato mai davvero chiuso del tutto e che pare sia addirittura ripreso in questi anni di carcere. Per Antonio Franzini il pm Roberta Amadeo aveva chiesto la condanna all’ergastolo, mentre gli avvocati difensori Scapaticci e Bertoli avevano chiesto l’assoluzione piena. La corte d’assise di Brescia lo aveva condannato a 25 anni di carcere e in appello la condanna è stata confermata. Ora la difesa del Franzini attende le motivazioni della sentenza per poi presentare ricorso in Cassazione.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/16D3UXn

CONTRO GLI ABUSIVI


La Lombardia, ripristinata facoltà polizia locale di sanzionare ambulanti fuori regola.  “Un intervento dovuto che riporta chiarezza alla norma, con l’intento di tutelare gli ambulanti onesti, sostenere l’attività di controllo dei Comuni e le politiche di riqualificazione dei mercati  su area pubblica”. È quanto ha dichiarato Mauro Parolini, Assessore al Commercio, Turismo e Terziario di Regione Lombardia, commentando l’approvazione da parte dalla Commissione Programmazione e Bilancio, presieduta da Alessandro Colucci, di un emendamento che ripristina la facoltà, per gli agenti della polizia locale, di sanzionare gli ambulanti per il mancato aggiornamento della carta di servizio e dei titoli abilitativi ad esercitare l’attività di commercio su area pubblica.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1ARfirn

DON CIOTTI A BOARIO TERME


Invitato dalla Carits zonale di Darfo Boario Terme questo venerdì sera, per gli auguri di fine anno, è stato ospite in Valle Camonica don Luigi Ciotti, prete antimafia, fondatore del gruppo Abele e presidente di Libera l’associazione nata dopo le stragi di mafia del ’92. Prima don Ciotti ha celebrato la messa con i sacerdoti della zona, poi ha scosso le coscienze parlando di povertà, di diritti e di doveri, di eresia della libertà, ma soprattutto esortando a tutti a prendere coscienza del bisogno dell’altro e a non aspettare che siano gli altri a muoversi per dire no alla povertà, all’illegalità e a tutto quanto va contro l’etica e la morale. Oltre 600 persone hanno partecipato all’incontro.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1ARfirl