#photooftheday #montagne_my_life #mountains #naturephotography #nature_perfection #naturalbeauty #naturelover #nature #bestnatureshot #bestoftheday #vallecamonica #captures_today #cool_capture #allshots #atmosfera #splendid_shotz #exploringtheglobe

#photooftheday #montagne_my_life #mountains #naturephotography #nature_perfection #naturalbeauty #naturelover #nature #bestnatureshot #bestoftheday #vallecamonica #captures_today #cool_capture #allshots #atmosfera #splendid_shotz #exploringtheglobe
pubblicato da z_massimiliano
post originale: http://ift.tt/1A5aHSu

BOSSETTI: CONTINUA IL GIALLO


E’ arrivata la perizia che tutti aspettavano e pare che dalle analisi dei Ris non siano state trovate tracce biologiche riconducibili a Yara Gambirasio. Non pare dunque aggravarsi per ora la posizione di Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello in carcere dal giugno scorso accusato dell’omicidio della 13enne di Brembate dopo che il suo DNA è risultato essere compatibile con quello trovato sugli indumenti della vittima dopo il suo ritrovamento nel campo di Chignolo d’Isola. Quella che chiamano la prova regina, quella costata a Bossetti l’isolamento e poi il carcere e che è stata ritenta anche dal Tribunale delle Libertà di Brescia valida tanto da rigettare l’istanza di scarcerazione degli avvocati difensori, sembra rimanere l’unica prova scientifica a suo sfavore. Altri fatti che aggraverebbero il quadro probatorio dell’accusa sarebbero infatti fatti riconducibili alla sfera delle coincidenze ed è per questo che la perizia sui mezzi, il furgone Iveco Daily cassonato e la Volvo, del muratore di Mapello era così attesa. Pare che però nessun nuovo elemento utile alle indagini sia emerso dalla reazione dei Ris di Parma depositata questo venerdì in Procura: nei veicoli di Bossetti sarebbero state trovate tracce biologiche appartenenti solo a lui e ai suoi familiari e non alla povera Yara. Passati al setaccio con il luminol e anche smontati, i mezzi non hanno dato agli inquirenti indizi utili ad avvalorare la tesi dell’accusa che la tredicenne di Brembate Sopra sia salita sul furgone dell’artigiano, il 26 novembre 2010, quando fu rapita. Forse perché Yara su quel furgone non c’è mai salita o forse perché troppo tempo è passato. Il giallo sulla scomparsa e sull’uccisione della giovane è ancora quindi tutto da risolvere. Nel frattempo la Corte di Cassazione ha fissato la data in cui verrà discussa la richiesta di scarcerazione dopo il doppio rigetto incassato da parte del gip e del Riesame: l’appuntamento a Roma di fronte alla Suprema Corte sarà il 25 febbraio.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1yMYGUv

LE IDEE DEGLI IMPRENDITORI DI DOMANI


Chi progetta le vetrina del futuro, chi tazze e gadget in grado di valorizzare il paesaggio camuno, chi studia diaria tecnologici per le scuole, chi si cimenta nella produzione di film, chi ha inventato una casa smontabile in 5 minuti, chi coniuga l’arte, alla tv al riciclaggio, chi valorizza l’informazione via Internet del patrimonio delle incisioni, chi le coltivazioni biologiche dei prodotti locali, chi pensa ad una App per lo smaltimento dei rifiuti. Sono queste le idee presentate questo sabato mattina all’evento conclusivo del Salone delle Idee, il concorso avviato nel 2014 dall’Incubatore di Imprese con la Comunità Montana, che ha spinto i giovani ad ingegnarsi per elaborare le loro idee dando vita a progetti imprenditoriali. Degli oltre 40 progetti in concorso, questo sabato mattina all’evento finale del Salone delle Idee sono stati presentati i migliori dieci e la giuria, composta da moltissime realtà pubbliche e private del territorio, si è pronunciata distribuendo il voto su tutti i partecipanti che sono stati premiati con un premio in denaro e alcuni hanno ottenuto anche un riconoscimento come miglio idea per il settore dei professionisti, per il mondo imprenditoriale, per diplomati, laureati e laureandi, per il settore ambiente, per portare la Valle Camonica nel mondo, per la migliore idee in generale e per la migliore idea digitale. Idee che ora si spera non rimangano solo progetti e studi sulla carta. Il concorso ha dato ai giovani la possibilità di esprimersi e di essere ascoltati e ha dato al territorio, scuole, enti, banche, associazioni, fondazioni, privati e imprese, l’opportunità di mettersi in gioco insieme alle nuove generazioni per proiettare la Valle Camonica nel futuro.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1AuwS4d

COSTA VOLPINO PUNTA SUL TURISMO


Un milione e 300 mila euro per sostenere anche lo sviluppo turistico di Costa Volpino un settore che fino ad ora non ha fatto parte dell’economia del più popoloso comune del Sebino. Sono partiti in questi giorni – finanziati anche dai privati e da Regione Lombardia – i lavori di riqualificazione dell’area della sponda Nord del Lago d’Iseo. 250 mila euro dal comune, altrettanti da Regione, il resto ricavato dagli oneri di urbanizzazione. Questi soldi serviranno per realizzare una pista ciclabile, sedute con vista lago, un parcheggio, una spiaggia ed un’area camper attrezzata. Questo progetto nasce dalla volontà del comune di Costa Volpino di sviluppare anche un settore turistico in un progetto più ampio di valorizzazione della sponda Nord del Sebino. Le opere dovrebbero terminare entro la primavera prossima e saranno fruibili dall’estate 2015.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1AuwQcz

GIUDICI NON SI RICANDIDA A SINDACO


Non si ricandiderà alla prossima tornata elettorale in programma a Vilminore di Scalve. Parola di Guido Giudici. L’ attuale sindaco e presidente della Comunità Montana, annuncia la volontà di lasciare spazio ai giovani. Nato a Vilminore  il 29 marzo del 48, il dottor Giudici, così è conosciuto dai più, essendo stato direttore sanitario all’ Ospedale San Biagio di Clusone, riveste la carica di primo cittadino dal 16 maggio 2011. Dal 2005 al 2010 ha indossato la fascia di sindaco di Clusone, oltre ad aver rivestito l’ incarico di consigliere provinciale UDC.  Da attuale Presidente della Comunità Montana Giudici è riuscito ad accorpare tutti i servizi nel palazzo di Vilminore, compreso quello più complesso dell’ufficio tecnico. Tra i progetti in previsione la realizzazione di altre 3 centraline da aggiungere alla 2 già esistenti. Il ricavato delle 5 permetterà di intascare 250 mila euro all’ anno che serviranno come contributo alle famiglie dei neonati e ad esentare dal costo di trasporto e mensa per gli studenti delle scuole  elementari e medie.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1yMYDYT

CONVENZIONE TRA PARCO E ABF


Il Parco delle Orobie bergamasche e l’A.B.F. Centro Formazione Professionale di Clusone, hanno posto la firma alla convenzione tra i due enti, finalizzata all’avvio del corso triennale per Operatore Agricolo Montano. Un progetto che il Parco delle Orobie sostiene convintamente, con l’obiettivo di riconoscere e promuovere l’importanza dell’agricoltura nel mantenimento di adeguati livelli di biodiversità naturale, attraverso un’adeguata formazione che permetta agli agricoltori di operare seguendo requisiti ecologico-gestionali specifici, connessi alla presenza degli istituti protetti. A illustrare modalità, tempi e sviluppi della convenzione sono stati i dirigenti del Centro di Formazione Professionale e il presidente del Parco delle Orobie, Yvan Caccia, prima del tradizionale scambio di auguri in occasione del Natale.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1AuwRNO

AUGURI IN MUSICA


23 fisarmonicisti, 14 flautisti, 20 pianisti e 15 chitarristi per un concerto. E’ quello che proporranno gli studenti di musica della scuola media Ungaretti di Darfo Boario Terme. Il concerto, per fare gli auguri di Natale aad insegnanti, genitori, studenti, è in programma venerdì 19 dicembre alle 20.30 al teatro San Filippo di Darfo ed è anche l’occasione per presentare i lavoro di questi ragazzi che oltre al regolare piano di studi, seguono le lezioni di musica al pomeriggio con grande impegno.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1yMYDYN

DIALOGHI DI NATALE


“O felice o chiara notte” intona la tromba con i solisti e gli fa eco il Coro “di quel lume tu sei feconda: ma l’è l’aurora più gioconda più ridente del mattin”. E’ l’invito solenne di questa sera nella Chiesa Parrocchiale di Corti S.Antonio a Costa Volpino alle ore 21.00 dove è in programma “Dialoghi di Natale” tema scelto per un Natale speciale curato dai Cori La Pineta di Costa Volpino e Valle Camonica di Darfo Boario Terme. In un momento critico per tutta l’umanità che preferisce la violenza in ogni forma rispetto al dialogo, seppur difficile, cantare, parlare, suonare e raccontare un dialogo significa portare l’attenzione del Natale sull’urgenza dell’incontro tra persone, culture, idee, religioni, stili di vita, storie, radici e credenze diverse. Per il Coro La Pineta si tratta anche di concludere al meglio i festeggiamenti per i 40 anni di attività. L’idea si basa su un incontro tra coro e coro, tra voci recitanti e cori, tra strumenti a cori, tra strumenti e voci recitanti, tra linguaggi parlati, cantati e suonati, tra presenze sceniche e vuoti scenici e vede la presenza di 60 coristi dei due Cori; con loro 6 voci recitanti, tra cui 3 attori popolari del gruppo “Il Piccolo” di Gianico, che si intrecciano con voci di strumenti in forma quartettistica: organo, contrabbasso, violoncello e tromba con dialogo tra partiture esistenti e tra partiture scritte appositamente dal compositore Giacomo Puritani. Dialoghi di natale è stato realizzato per riaffermare il senso pieno della pace nelle concordia, nella solidarietà, nel senso vero del dialogo che abbatte sempre ogni barriera e trova la strada della soluzione condivisa. “Dialoghi di Natale” avrà due soli appuntamenti che saranno tra loro ancora in forma di dialogo a distanza: Costa Volpino (Chiesa Parrocchiale di Corti S. Antonio, questa sera alle ore 21.00), e Corna di Darfo (Chiesa Parrocchiale dei Santi Giuseppe e Gregorio Magno, sabato 20 dicembre alle ore 21.00). La partecipazione è libera e gratuita.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1AuwRxp

SANTA LUCIA IN BARCA


A Pisogne Santa Lucia è stata salutata sulla piazza centrale da una folla di genitori e tantissimi bambini, accompagnata dai suoi due assistenti che reggevano i cesti di caramelle, ha salutato tutti e, in silenzio e velata, come da tradizione, ha portato i suoi doni agli altri bambini del Sebino salendo su una barca illuminata e accompagnata dal sindaco in veste eccezionale di postino che le ha consegnato le letterine dei bambini dei paese. La festa di Pisogne si ripete da anni con il consueto programma: il Cai provvede a stendere la fune di sicurezza da cui Santa Lucia scende dalla sommità della torre civica, quindi, dopo essersi rifocillata al caldo in un bar della piazza, torna tra la folla e distribuisce caramelle ai bambini di Pisogne per recarsi poi in altri paesi del lago a trovare altri bambini. Santa Lucia è velata, come vuole la tradizione e non parla agli uomini: ma dimostra il suo gradimento per l’accoglienza e la festa, magari con l’uso di un interprete autorevole che le fa da scorta d’onore. La festa di Pisogne si è conclusa con la distribuzione di bevande calde e dolci sulla piazza, dove tutto è stato organizzato al meglio d all’Associazione Come ‘na olta.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1AuwRxk