UMIDITA’ E FUNGHI SULLA CROCE


La croce si è spezzata a causa del pessimo stato di conservazione del legno attaccato da funghi ed umidità. Dopo mesi di attesa e le verifiche degli esperti è stata depositata in queste ore la perizia sulla Croce del Papa di Cevo che, spezzandosi, il 24 aprile scorso, ha ucciso il giovane Marco Gusmini, 21enne di Lovere che si trovava in gita con l’oratorio sul Dosso dell’Androla. Funghi e umidità sarebbero stati generati dal ristagno dell’acqua piovana nei giunti della croce. Questo è il verdetto che gli esperti nominati dalla procura hanno messo nero su bianco nel documentato depositato in merito agli accertamenti e alla ricostruzione delle cause che avrebbero provocato il crollo della croce. Il documento, depositato in Procura, ovviamente, è stato inviato anche ai 13 indagati per il crollo della croce, membri dell’Associazione Croce del Papa, amministratori e tecnici. I due ingegneri nominati dal pm Caty Bressanelli che si occupa di coordinare le indagini, Dario Bianchetti e Francesco Passi, hanno avuto alcuni mesi di tempo per effettuare le verifiche sul manufatto e redarre la relazione dove si individuano le cause della rottura della croce.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1BDQzdQ

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...