ALTRO INTERVENTO IN QUOTA

Un altro intervento per i tecnici della Stazione di Temù della V Delegazione Bresciana del Soccorso alpino, in questi giorni particolarmente impegnati. Si tratta del recupero di due cercatori di funghi di Capriolo (BS), di 60 e 70 anni, che avevano perso l’orientamento mentre si trovavano bei pressi della località Pianacci, a 1981 m di quota. L’intervento, compiuto da quattro tecnici, è cominciato intorno alle 10:00 e si è concluso a mezzogiorno di oggi, martedì 19 agosto 2014. Il CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) si avvale di strumenti e tecnologie all’avanguardia per la ricerca di persone disperse, che consentono di ridurre i tempi delle operazioni e di aumentare in questo modo le possibilità di un esito positivo dell’intervento.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1oa30Ta

VIA LIBERA AI RIMBORSI

Entro il 1 ottobre i cittadini che hanno diritto ai rimborsi della quota di depurazione dell’acqua pagata indebitamente tra il 2003 e il 2008, devono presentare domanda ai comuni o all’Ato per ottenere il rimborso di quanto versato. Infatti l’authority bresciana ha dato il via libera alle procedure per rimborsare 45 mila tra famiglie e aziende residenti in 73 paesi della provincia che in passato hanno pagato una quota per la depurazione delle fognature anche se l’utente non era allacciato a nessun impianto. Pagamento dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale, quindi l’Ato con le multiutility A2A, AOB2, Garda Uno, Asvt, che gestiscono la depurazione nella gran parte della provincia di Brescia, e i comuni che gestiscono autonomamente gli impianti per quanto riguarda la Valle Camonica, devono provvedere a rimborsare un quarto di quanto pagato dal 15 ottobre del 2003 al 15 ottobre del 2008 in quanto per gli anni precedenti vige la prescrizione).

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1sSjDu3

DOMANDE ENTRO L’1 OTTOBRE

Le multiutility A2A, A0b2, Garda Uno, Asvt si sono già attrezzate e sui rispettivi siti web è possibile inserire il proprio codice utente (lo si trova sulla bolletta dell’acqua) per capire se si ha diritto o meno al rimborso. Sono i singoli utenti che, verificato di aver diritto al rimborso, dovranno presentare domanda al proprio gestore o direttamente al comune di residenza. La documentazione è facilmente scaricabile dal sito internet delle diverse multiutility. La documentazione completa è presente anche sul sito dell’ Aato. Più complicate le procedure per i cittadini dei 24 paesi della Valle Camonica interessati che potrebbero non avere a loro disposizione le risorse per rimborsare i loro utenti. Si tratta dei comuni di Berzo Inferiore, Berzo Demo, Bienno, Borno, Braone, Breno, Capo di Ponte, Cedegolo, Cerveno, Ceto, Cigole, Cimbergo, Cividate Camuno, Edolo, Losine, Lozio, Malegno, Malonno, Ono San Pietro, Ossimo, Paisco Loveno, Prestine, Sellero, Sonico. L’ammontare del rimborso varia a seconda dell’acqua consumata nel quinquennio di riferimento, ma dovrebbe aggirarsi intorno ai 50 euro l’anno (250 euro per i cinque anni). La somma spettante verrà scalata dalla bolletta di metà ottobre. Per agevolare gli utenti che volessero chiedere il rimborso, la Sezione Lega Nord di Capo di Ponte/Valsaviore ha predisposto un fac-simile di domanda (scaricabile a questo link http://ift.tt/1qngJas).

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1oa32KB

IL GIOCO D’AZZARDO PRENDE PIEDE

Crescono ancora le imprese del gioco in Lombardia nonostante le misure introdotte dalla Regione negli ultimi mesi i cui risultati si vedranno sul lungo termine e che sono rivolte a disincentivare il gioco d’azzardo che rappresenta una male sociale per molte famiglie. Nell’ultimo anno  le imprese di questo settore sono aumentate dell’11,4% passando da 1.342 a 1.495 secondo un’indagine della Camera di commercio di Milano. Crescono soprattutto la gestione di apparecchiature a moneta o a gettone (+53,5%) e le ricevitorie del lotto (+9%). Ed è lombarda circa un’impresa del settore su sette in Italia (13,7%). Tra le province lombarde Milano è prima, seguita da Brescia e Bergamo.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1oa32ua

APPELLO PER LA FUCINA

Oggi è fatiscente e l’impressione è di un luogo abbandonato. Ma palpita ancora di storia per via della pietra, che negli anni resta immutata, per via dell’acqua che ancora vi scorre a fianco, per via dell’antico maglio arrugginito ed impolverato che ancora si trova all’interno. E’ l’antica fucina di via Motta a Niardo che rappresenta con la sua presenza, una silenziosa testimonianza della lavorazione del ferro in Valle Camonica. Per oltre un secolo, a partire dalla metà del 1700, la famiglia Baratti vi forgiò il ferro con quel grosso maglio che un tempo era mosso dalla acque del Re. Fino al 1933 quando la fucina venne acquistata dalla famiglia Taboni che grazie anche all’esperienza acquisita in America nel campo metallurgico, diede alla produzione una notorietà anche al di fuori della Valle Camonica. La fucina, teatro di un infortunio mortale che costò la vita ad un membro della famiglia Taboni, resistette all’alluvione del 1987 e alla fine degli anni ’90 fu venduta al cittadino britannico, ma residente all’epoca a Milano,Warren Kevin, il quale portò via gli attrezzi e la grande vasca della tempratura e sparì lontano, mentre la sua fucina rimase lì abbandonata. Gli abitanti però non si sono dimenticati di quel sito e davanti alla decisione contenuta nel PGT del 2013 di rendere edificabile l’area a destinazione residenziale privata, si sono mobilitati costituendo un Comitato che ha sollecitato l’intervento della Sovrintenza e di altre realtà camune come Italia Nostra e il Museo del Ferro. L’appello è rivolto al sindaco perché convochi d’urgenza una consiglio comunale e metta all’ordine del giorno la modifica del PGT nel punto in cui è prevista la destinazione a zona B2, ripristinando le tutele e i vincoli sull’intero fabbricato e sul maglio. Al sindaco il Comitato chiede inoltre di dare inizio alle pratiche amministrative per recuperare gli eventuali crediti vantati dall’Amministrazione nei confronti del cittadino britannico Warren Kevin, proprietario del sito, imponendo allo stesso opere urgenti di messa in sicurezza e di salvaguardia della fucina, subordinando il tutto alla rivendicazione della proprietà pubblica.

dal giornale online: Più Valli TV – News
Leggi tutto: http://ift.tt/1sSjAyw

E quella nuvoletta? 😆☺ #sunset #lovere #sky #clouds #lake #lagodiseo #paesaggio #landscape #natura #love_nature #fotografi_amo #vita_fotografica #ig_Lombardia #ig_worldclub #home #likes4likes #paese #borgo #festivalborghi #vallecamonica #photooftheday #bestoftheday #italy #instafollow #instaitalia #instagood #instalove #instasunset #love_sunsets

E quella nuvoletta? 😆☺ #sunset #lovere #sky #clouds #lake #lagodiseo #paesaggio #landscape #natura #love_nature #fotografi_amo #vita_fotografica #ig_Lombardia #ig_worldclub #home #likes4likes #paese #borgo #festivalborghi #vallecamonica #photooftheday #bestoftheday #italy #instafollow #instaitalia #instagood #instalove #instasunset #love_sunsets
pubblicato da alessia_baldassari
post originale: http://ift.tt/1w5QFt1

#dallafinestradicasa#lasolitafinestra#ilpamoramacambiasempre#nebbie#cloud#nuvole#borno#paradise#likeparadise#bluesky#sopralenuvole#valcamonica#valledeisegni#valledellenebbie#valledilacrime#siccità#tuttosecco

#dallafinestradicasa#lasolitafinestra#ilpamoramacambiasempre#nebbie#cloud#nuvole#borno#paradise#likeparadise#bluesky#sopralenuvole#valcamonica#valledeisegni#valledellenebbie#valledilacrime#siccità#tuttosecco
pubblicato da bonkshop
post originale: http://ift.tt/1ByY4RY

Esperimenti…dell’ultim’ora #rose #roses #handmade #bichofeobag #mostramercatobienno #bienno #vallecamonica #valle_camonica #igersvallecamonica #igersbrescia #igersbergamo #igerslombardia #igersitalia #fattoamano #artigianato #artigianatocontemporaneo #moda #fashion #fashiolista

Esperimenti…dell’ultim’ora #rose #roses #handmade #bichofeobag #mostramercatobienno #bienno #vallecamonica #valle_camonica #igersvallecamonica #igersbrescia #igersbergamo #igerslombardia #igersitalia #fattoamano #artigianato #artigianatocontemporaneo #moda #fashion #fashiolista
pubblicato da bichofeobag
post originale: http://ift.tt/1sSsrjO